Category: Analisi Settoriale

Brevetto o non brevetto? Questo è il problema!

Uno degli argomenti di maggior interesse in questi ultimi anni in ambito di ricerca scientifica e trasferimento tecnologico verso le aziende è senza’altro la corsa delle aziende al brevetto dei prodotti e dei processi..
In tutta Europa a livello politico c’è una spinta, anche grazie a finanziamenti dedicati, affinchè le aziende ricorrano sempre maggiormente a questi strumenti.

Ovviamente da un punto di vista di analisi finanziaria e valutazione del rischio di credito che effettuiamo in modeFinance ci è nata la curiosità di vedere come i brevetti influiscano sull’andamento economico/finanziario delle aziende in Europa.

La domanda che ci siamo posti è semplice:
Le aziende che brevettano hanno un comportamento economico/finanziario migliore rispetto a quelle che non brevettano?

Grazie alla partnership con Bureau van Dijk e alla tecnologia MORE Rating di modeFinance possiamo riuscire a rispondere in modo efficiente a questa domanda!

Quello che abbiamo fatto è stato:

  • selezionare in alcuni Stati (Italia, Francia, Spagna, Germania e Inghilterra) le aziende classificate ufficialmente come PMI secondo la definizione Europea. (per la definizione leggere questo documento);
  • tra queste selezionare le aziende che hanno almeno un brevetto a loro nome;
  • fare il confronto!

Ed ecco i risultati!

Confronto numerosità aziende con e senza brevetto:

Come si nota da questi due grafici, il numero di aziende senza brevetto è, come ci si aspettava, minore rispetto a quelle con brevetto: la media in questi Stati ci dice che circa il 10% delle aziende ha un brevetto (in termini assoluti circa 18.000 aziende). Gli Stati più virtuosi sono Italia e Germania con percentuali simili e vicine al 14%. Spagna, Francia e UK mostrano valori inferiori. In termini assoluti la Germania (con circa 5.600 aziende) è lo Stato con più aziende che hanno brevetti, seguite a ruota dall’Italia (circa 5.200 aziende).

Questi grafici ci servono per capire la numerosità e la distribuzione delle aziende, nulla ci dicono sulle loro performance economico/finanziarie. Per questo ci servono i seguenti grafici riassuntivi.

Confronto scoring finanziario aziende con e senza brevetto.

Ricordiamo come il MORE Rating (link) analizza la qualità economico finanziaria delle società; la valutazione finale è un numero compreso tra 10 (aziende ottime) e 1 (aziende pessime).

Il primo grafico ci mostra il confronto tra le aziende che non hanno brevetti:

Questo grafico ci mostra la situazione deficitaria delle aziende italiane e spagnole in confronto sia della media Europea che negli altri tre Stati.

Se andiamo a vedere lo stesso grafico però per le aziende con brevetti:

La situazione non cambia: anche qua Italia e Spagna deficitarie nei confronti dell’Europa. Da notare l’egemonia inglese in tutti e due casi!

Ma ora arriviamo al grafico conclusivo: quello che ci dirà se e come le aziende che possiedono brevetti performano meglio o peggio rispetto a quelle senza brevetti.

E qua i risultati sono veramente interessanti:

le aziende con brevetti hanno senza dubbio un andamento economico e finanziario superiore rispetto le aziende senza brevetti!

La differenza è notevole ed è costante tra tutti gli Stati! La differenza migliorativa può essere valutata in circa mezza classe di rating e porta ad un risultato di notevole importanza: notiamo per esempio come le aziende italiane e spagnole che brevettano hanno un andamento migliore rispetto alle aziende europee che non brevettano.

Ciò significa che senza dubbio il brevetto aiuta in modo notevole anche l’andamento economico finanziario delle società!

Brevetto o non brevetto? La risposta è certa: brevettare!

Condividi e consiglia questa pagina: