Category: Analisi Settoriale

Banche italiane: piccolo e' bello?

Il rapporto tra TIER1 e NPL nelle banche italiane

Si fa un gran parlare in questi giorni di quanto sia disastrato il sistema bancario italiano: bassi i valori del Tier1 ratio (ovvero il rapporto fra il capitale proprio della banca e gli investimenti bancari ponderati per il loro rischio) e altissima l'incidenza dei NPL (Non Performing Loan) che addirittura, secondo la banca mondiale, raggiungerebbe la cifra record del 17,3% (link) rispetto al PIL del nostro Bel Paese. Ma tra polemiche e opinioni, mi ha colpito un commento: ' il Tier1 medio delle BCC e' del 20% '. Un valore elevatissimo visto che Basilea3 fissa il limite inferiore al 4,5%. Cosi' ci siamo decisi a fare un controllo su quale sia il valore medio del Tier1 per le banche italiane e quale l'incidenza dei NPL rispetto al loro capitale (analizzando i bilanci 2014 disponibili in Bankscope) e si scopre un vecchio refrain italiano: piccolo e bello! Ma andiamo con ordine...

Tier1 e crediti in sofferenza

Dall'analisi svolta su 473 banche italiane (escluse quelle di investimento), purtroppo ancora su bilanci 2014, si evince che il Tier1 medio e' ben oltre quanto richiesto da Basilea3 ora e nel futuro (sara' 6% nel 2019 piu' un conservation buffer del 2,5%):

Distribuzione Tier1 Banche Italiane

Distribuzione Tier1 Banche Italiane

Il Tier1 si attesta su un valore medio del 18,16% spinto verso l'alto proprio dalle BCC che hanno un valore medio di 18,66% (non proprio 20% come si diceva ma quasi). Le casse di risparmio sembrano essere in maggiore difficolta'; affermazione tanto piu' vera se associata a quanto si legge nel prossimo grafico:

Distribuzione NPL Banche Italiane

Distribuzione NPL Banche Italiane

I crediti in sofferenza in Italia si attestano su una percentuale molto alta, pari 115,53% del capitale proprio delle banche stesse. Valore che raggiunge oltre il 200% per le casse di risparmio. Ma allora una domanda: non e' che le banche piccole, che continuano ad avere una maggiore conoscenza del territorio e del tessuto imprenditoriale locale, abbiano una maggiore efficienza nel concedere prestiti? Pare proprio di si'.

Piccolo e' bello

Se si analizza la media del Tier1 per classe dimensionale (quartili del Totale Attivo) si scopre che le banche molto piccole (il 25% delle 473 banche analizzate ha un totale attivo inferiore ai 233 milioni di euro) raggiungono valori pari a 3 volte il minimo richiesto dalle autorità europee. Questo valore diminuisce, come evidente, con l'aumentare della dimensione.

Tier1 in relazione a Totale Attivo

Tier1 in relazione a Totale Attivo

Anche il rapporto tra NPL e capitale delle banche ha un andamento simile, a conferma che piccolo e' bello:

NPL in relazione ad Equity

NPL in relazione ad Equity

E' chiaro che coi bilanci 2015, con l'emersione di NPL non opportunamente registrati nel 2014, la situazione potra' cambiare anche radicalmente. Tuttavia appare anche chiaro che le banche piccole, siano BCC o meno, probabilmente radicate al territorio, siano piu' capaci nel concedere prestiti.

E per finire una classifica che tanto piace ai lettori:

TOP & BOTTOM

Le prime e le ultime dieci banche per valore di Tier1 ratio:

Top Bottom banche italiane

Top Bottom banche italiane

Lista banche italiane

Top Bottom: lista banche italiane

Condividi e consiglia questa pagina: