Category: Credit Rating Agency

Corporate Credit Rating per INNOVATEC S.P.A. (First Issuance)

modefinance ha pubblicato sul proprio sito CRA il Corporate Credit Rating (Solicited) di INNOVATEC S.P.A, assegnando il giudizio di B1 (first issuance).
L’analisi evidenzia come il soggetto abbia adeguate capacità di onorare le obbligazioni e una lieve dipendenza da avverse e mutate condizione economiche.

La società INNOVATEC S.P.A. è una holding operativa e quotata presso Borsa Italiana, attiva nella Clean Technology, l’insieme delle tecnologie pulite che sviluppano processi, prodotti o servizi utili a ridurre gli impatti negativi sull’ambiente attraverso significativi miglioramenti dell’efficienza energetica, l’uso sostenibile delle risorse o attività di protezione ambientale. In particolare, la Società nasce nel 2013 e si occupa dello sviluppo di progetti, prodotti e servizi di efficienza energetica offerti alle imprese. A ciò si affianca l’attività legata al mondo delle fonti rinnovabili e della realizzazione e gestione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile. 

Key Rating Assumption

La società INNOVATEC S.P.A. presenta a livello consolidato una situazione economico-finanziaria “sufficiente” e particolarmente influenzata dalla recente acquisizione della società di diritto lussemburghese CLEAN TECH LUXCO S.A. Tale acquisizione ha infatti portato a un incremento dell’indicatore di leverage, il quale si mantiene tuttavia su un livello ampiamente adeguato, mentre in miglioramento è risultato essere lo stato di salute dell’indebitamento di natura finanziaria. Adeguata la gestione del rapporto fra impieghi e fonti a breve, così come la redditività esprime un ROE apprezzabile. 

Sul fronte dei flussi di cassa si riscontra una gestione operativa capace di finanziare in autonomia la quasi totalità dell’assorbimento causato da investimenti e dal rientro dalle esposizioni finanziarie: al netto di ciò, la Società continua a presentare un elevato ammontare di risorse liquide

La visura Centrale Rischi di Banca d’Italia evidenzia la presenza di sole linee a scadenza, la cui gestione si caratterizza per numerosi sconfinamenti a 90 giorni, anche per importi elevati, a fronte dei quali non si riscontrano contestazioni o anomalie gravi

Dal 2013 la Società è operativa presso il segmento AIM Italia di Borsa Italiana e l’andamento del titolo negli ultimi dodici mesi risulta poco volatile, ma caratterizzato da una positiva crescita del prezzo delle azioni

La Società presenta un organo amministrativo avente forma collegiale, cui si affianca l’operato di un organo di controllo adeguatamente composto e di una società di revisione specializzata. La struttura societaria risulta piuttosto articolata e ha come principale controllante l’imprenditore Pietro Colucci, sebbene la maggioranza delle azioni risultino quotate. A sua volta, la Società presenta diverse controllate, fra cui la recente acquisizione che riveste un importante valore strategico. 

Non si riscontrano negatività in capo alla Società stessa e ai membri dell’organo amministrativo, mentre la società controllante risulta sottoposto alla procedura di concordato preventivo

La Società presenta un posizionamento molto al di sopra della mediana di settore per quanto concerne dimensione e redditività, mentre sul fronte della solvibilità risulta meno performante rispetto alla mediana del peer group di riferimento. Quest’ultimo esprime un leverage in costante riduzione lungo tutto il periodo preso in esame, pur tuttavia tale da considerarsi buono, mentre l’indebitamento di natura finanziaria manifesta una lieve crescita, pur mantenendosi adeguato. Gli indicatori di liquidità espressi dal settore risultano in lieve, ma costante incremento lungo tutto il periodo preso in esame e tali da potersi considerare adeguati, mentre il ROE di settore si mantiene costante su soglia di una stentata adeguatezza. 

Il settore energetico italiano vive un periodo d’importante transizione verso un maggiore contributo delle fonti di energia rinnovabile alla complessiva produzione energetica nazionale. Ciò potrebbe aprire scenari appetibili in termini d’incremento del volume d’affari della Società. Al contempo, il quadro macroeconomico, già debole prima della crisi sanitaria, risente di tale emergenza nel 2020, pur palesando i primi segnali di ripresa a partire dall’anno in corso. Il rispetto di alcuni importanti pilastri potrebbe garantire un rapido recupero di quanto perso. 

Sensitivity Analysis

Nella tabella seguente vengono riportati i fattori, le azioni o gli eventi che potrebbero portare il giudizio di rating ad un upgrade o ad un downgrade:

placehold

Importante

Il presente Corporate Credit Rating è pubblicato da modefinance secondo il regolamento EU N. 1060/2009 e seguenti emendamenti.
Il presente rating è sollecitato ed è basato su informazioni sia pubbliche che private. La società valutata e/o le parti correlate hanno fornito tutte le informazioni private utilizzate nel presente documento. modefinance ha avuto accesso ad alcuni documenti ed informazioni finanziarie private e riservate della società analizzata e/o di parti correlate. I rating sollecitati e non sollecitati emessi da modefinance sono comparabili in termini di qualità, poichè lo status di sollecitazione non ha alcun effetto sulle metodologie utilizzate. Per avere informazioni più dettagliate si faccia riferimento al seguente link.
Il presente Corporate Credit Rating è stato emesso sulla base della Metodologia MORE 2.0 e della Metodologia Rating 1.0.
Per informazioni sui tassi storici di default dei Corporate Credit Rating si faccia riferimento a ESMA Central Repository al seguente link e alla piattaforma europea dell’ESMA.
modefinance adotta la seguente definizione di default: impresa in fallimento, in liquidazione non volontaria, in amministrazione controllata, o che risulta insolvente rispetto ad un impegno finanziario scaduto.
La qualità delle informazioni disponibili per la valutazione del rating della società analizzata è stata giudicata da modefinance come soddisfacente. In conformità al Regolamento sulle agenzie di rating del credito, il presente rating è stato trasmesso alla società oggetto di valutazione prima della sua pubblicazione, in modo tale da poter dar modo alla stessa di identificare eventuali errori materiali contenuti nel report.
Non sono state effettuate modifiche in seguito alla conclusione del processo di notifica.
L'entità valutata non è un acquirente di servizi ausiliari forniti da modefinance (software per il rischio di credito). 
Il presente rating è emesso da modefinance in modo indipendente. Gli analisti, membri del rating team coinvolti nel processo, modefinance Srl, i membri del consiglio di amministrazione e i soci non presentano conflitti di interesse, né reali né potenziali, con la società oggetto di valutazione o con terze parti collegate. Qualora nel futuro emergesse un potenziale conflitto di interessi in relazione alle persone riportate sopra, modefinance provvederà a riportare le informazioni necessarie e se necessario, procederà a ritirare il rating.
Il presente rating del credito rappresenta un parere di modefinance sullo stato di salute generale della società oggetto di valutazione ed è opportuno farvi affidamento entro certi limiti. Il rating emesso è soggetto a monitoraggio e revisione fino al suo ritiro.

Contatti

Head Analyst – Christian Raimondo (Rating Analyst)
christian.raimondo@modefinance.com
+39 040 3756740


Assistant Analyst – Stefania Latin (Rating Analyst)
stefania.latin@modefinance.com
+39 040 3756740

Responsible for Rating Approval – Pinar Dilek (Rating Process Manager)
pinar.dilek@modefinance.com
+39 040 3756740  

Condividi e consiglia questa pagina: